Poste: il ringraziamento della SLC CGIL a tutti i lavoratori di Poste Italiane.

Alleghiamo inoltre le ultime disposizioni aziendali ed i decreti del governo per poter far fronte all’emergenza.

Roma, 3 marzo 2020
Care Lavoratrici e cari Lavoratori,
l’intero Paese è interessato da una preoccupante emergenza sanitaria, tuttavia un’azienda come Poste Italiane obbligata a garantire quello che viene definito “servizio universale” non può fermarsi. In particolare in questi giorni è tenuta a procedere al pagamento delle pensioni e quindi a tenere aperti gli uffici postali ubicati nella c.d. “zona rossa”.
Oggi un ringraziamento particolare ci sentiamo di esprimerlo nei confronti di quelle lavoratrici e quei lavoratori che, con grande senso di responsabilità, hanno volontariamente risposto alla necessità aziendale di presidiare tali uffici per il pagamento delle pensioni.
A nome di tutta la SLC CGIL: grazie per il vostro operato.
Nicola Di Ceglie
Segretario Nazionale SLC CGIL
Area Servizi Postali
Segreteria Nazionale SLC CGIL

Coronavirus: aggiornamento misure per emergenza sanitaria Poste Italiane è impegnata nel mettere in campo tutte le azioni necessarie in termini di prevenzione e informazione sul tema del Coronavirus a favore dei propri dipendenti.

E’ stato attivato, immediatamente in seguito all’allarme sanitario diramato dalle Autorità, il Comitato di Crisi, con lo specifico compito di individuare, di concerto con le Autorità designate, tutte le misure per far fronte all’emergenza sanitaria.

L’azienda – in seguito all’Ordinanza emessa dal Ministero della Salute e alle indicazioni fornite dalla Protezione Civile e dalle Regioni e dai Comuni – ha predisposto la chiusura degli uffici postali delle zone di Lombardia e Veneto attualmente coinvolte nell’emergenza sanitaria. Nelle medesime zone ha sospeso l’erogazione dei servizi di consegna e ritiro di corrispondenza e pacchi. Inoltre, i colleghi residenti nelle zone sopracitate, che quotidianamente prestano lavoro altrove, sono obbligati a non recarsi nella sede in cui lavorano.

Leggi tutto “Coronavirus: aggiornamento misure per emergenza sanitaria Poste Italiane è impegnata nel mettere in campo tutte le azioni necessarie in termini di prevenzione e informazione sul tema del Coronavirus a favore dei propri dipendenti.”

Poste: parte la seconda fase delle assunzioni/stabilizzazioni a tempo Indeterminato.

RECAPITO: 1000 stabilizzazioni (assunzioni), per un totale di 2600 per l’anno 2019 di portalettere che avevano già prestato servizio in Poste Italiane a tempo determinato. L’assunzione avverrà attraverso lo scorrimento di una graduatoria redatta in ordine di anzianità di servizio . Inoltre, ancora in accordo:

Leggi tutto “Poste: parte la seconda fase delle assunzioni/stabilizzazioni a tempo Indeterminato.”